Gres porcellanato in legno: storia e caratteristiche

Se qualcuno vi chiedesse: “quale piastrelle vorreste per casa vostra?” probabilmente la vostra risposta sarebbe “il gres porcellanato”.

Che cosa vuol dire gres?

Con il termine gres porcellanato ci riferiamo a una piastrella di ceramica resistente e compatta, non porosa, lavorata pressando le argille che vengono selezionate e macinate e poi cotta a circa 1200 gradi. La parola “porcellanato” arriva dalle argille, bianchissime e pure, che vengono utilizzate per questo processo.

In realtà la denominazione gres porcellanato non identifica un singolo prodotto ma un processo produttivo, attraverso il quale è possibile ottenere una vasta gamma di prodotti, anche molto differenti tra di loro.

All’interno del panorama della produzione il gres porcellanato si è affermato recentemente e negli ultimi anni  ha visto incrementare i suoi volumi produttivi fino a raggiungere la categoria di prodotti più venduti.

Tempo fa il gres era apprezzato per la sua grande resistenza all’usura, ma oggi i prodotti in gres, grazie anche alle loro potenzialità estetiche, sono utilizzati anche all’interno di contesti residenziali, di media e di alta gamma.

Il nome gres fine porcellanato è un nome che suona bene perché abbina la durezza del grès con la delicatezza della porcellana.  Gres, in gergo ceramico, arriva da “greificato” e indica che la massa delle piastrelle è compatta, composta da una miscela di componenti vetrose.
Con questa parola si è voluto dare l’idea di qualcosa di molto robusto. La parola fine si riferisce invece alle dimensioni piccole delle particelle di argilla macinate e insieme all’aggettivo porcellanato riporta alla mente la qualità della porcellana.

Fino a 30 anni fa il  gres porcellanato non era molto apprezzato in fatto di estetica.  Molti produttori proponevano dei prodotti di un solo colore, dove il decoro era qualcosa di marginale, una leggera sfumatura. La ricerca, con il tempo, ha permesso di sviluppare nuove tipologie che valorizzassero dal punto di vista dell’estetica il prodotto stravolgessero il processo produttivo fino ad arrivare alla vasta gamma di prodotti che oggi sono disponibili sul mercato. Oggi il gres porcellanato, primo fra tutti il gres porcellanato in legno, è tra i materiali ceramici per la pavimentazione  che meglio si presta ad essere resistente nel tempo adatto a qualsiasi ambiente.

Oltre alla resistenza e all’usura, bisogna ricordare anche le altre  caratteristiche del gres, che nella versione legno sono particolarmente apprezzabili, come i bassi valori di assorbimento d’acqua, l’alta resistenza meccanica, la forte resistenza ad attacchi chimici, la durezza e la resistenza alla compressione.

Grazie a queste prestazioni, il gres porcellanato, anche nella versione in legno, può trovare spazio in ambienti commerciali, in luoghi produttivi, negli ospedali, nei laboratori, ma anche all’interno di edifici prestigiosi, hotel e appartamenti.

Anche voi avete deciso e avete scelto il gres porcellanato per rivestire pavimenti e pareti? Affidatevi a Webtiles, un’azienda professionista nel settore e specializzata in gres porcellanato in legno, la versione più classica, elegante e richiesta di questo tipo di rivestimento, dal fascino senza tempo e sempre elegante, in qualsiasi ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi