Come scegliere l’abbigliamento sportivo

Fare sport è utile a mantenersi in forma, a mantenersi in salute e anche a migliorare e tenere alta la propria autostima, perché la stanchezza che ne deriva non è spossatezza o stress ma soddisfazione, consapevolezza di essersi migliorati. Potrebbe diventare stress però se l’attività non venisse svolta nella giusta maniera e con il giusto abbigliamento, che va scelto secondo diversi criteri.

I vestiti sono importanti

L’abbigliamento al contrario di quanto molti sostengano è una componente importante nella nostra vita quotidiana, e va scelto sempre in base al contesto e alla situazione. Lo sport non è da meno e richiede certamente dei vestiti belli e comodi, ma anche in grado di assicurare le migliori prestazioni. In particolare lo sport richiede l’abbigliamento detto tecnico, formato da t-shirt, canotte, top, leggings e pantaloncini che si differenziano in base alla disciplina che abbiamo scelto.

Prima di tutto, per l’abbigliamento sportivo giusto è opportuno rivolgersi ai negozi sportivi. Attività che tendono a diversificare i prodotti non per la categoria specifica (e quindi non in scarpe, magliette ecc) ma in base allo sport perché ogni disciplina ha il suo abbigliamento specifico e per esempio le scarpe da basket non vanno bene per il running e via dicendo. 

Quale e per chi?

Tornando a noi, andiamo ad analizzare pantaloni, maglieria e calzature per capire quali sono adatte per quali sport. Partiamo dai pantaloni, che ovviamente differiscono in base alla disciplina e vanno dai pantaloncini corti ai leggings. In generale comunque i pantaloni sportivi non devono essere larghi perché non favoriscono i movimenti e, anzi, li impediscono limitando drasticamente le prestazioni di chi li indossa. Gli shorts sono particolarmente indicati per la corsa estiva, oppure (però scegliendo quelli specifici) per la pallavolo. Parlando di leggings, sono molto utili per sport individuali e autonomi come il crossfit, le camminate, la corsa in quanto il tessuto tecnico che li compone è traspirante e favorisce la sudorazione. Comunque, per tutti i tipi di pantaloni è meglio spendere un po’ di più guardando che il tessuto sia di qualità, altrimenti si rischiano fastidiose irritazioni alla pelle.

Passiamo alla maglieria. Se il vostro sport è l’allenamento in palestra sicuramente vanno bene le tshirt in cotone o in tessuto tecnico, molto comode, traspiranti e non ingombranti. Per yoga, spinning o pilates cambia la situazione ed è preferibile indossare qualcosa di più aderente in quanto quelle non aderenti in attività particolari come appunto il pilates e la yoga possono “arrotolarsi” fastidiosamente intorno al corpo. Comunque, vale lo stesso discorso dei pantaloni: materiali di qualità!

Concludiamo con le scarpe, argomento decisamente più complesso. Dal momento che devono sostenere i piedi e l’intero peso corporeo che viene distribuito in maniera diversa a seconda dell’attività, per ogni disciplina viene studiata una scarpa specifica, al punto che la gamma è davvero ampia e complessa. Comunque parlando in maniera generica una buona scarpa in qualsiasi sport è quella in grado di far mantenere a chi la indossa la giusta postura, perché in caso contrario ne verrebbero fuori non pochi danni alle articolazioni e alla schiena. Quindi assolutamente bandite le scarpe a suola piatta e dura (come le classiche Vans o le Converse All Star) perché non sono in gradi di attutire i colpi. Meglio un plantare morbido e “ondulato”, ovvero più spesso nella zona del tallone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi